La Storia


All’inizio del ‘800 sul crinale di una collina è stata costruita una piccola casa semplice, caratterizzata da tre camere al piano terra e tre camere al piano superiore, registrata al catasto come “Il Galletto”.

Negli anni successivi la casetta è stata ampliata, diventando una cascina, con l’aggiunta di un grande fienile e di una stalla per gli animali, ma non è mai stata costruita una cantina. Dalla metà dell’800 le colline intorno alla casa sono diventate il sito principale delle cave per l’estrazione della marna per il cemento naturale e sono state create fitte reti di gallerie sotterranee collegate a torri da cui partivano e tornavano i vagoni carichi di materiale. A metà del ‘900, con l’affermazione del cemento sintetico sul mercato, i siti minerari sono stati chiusi e anche la casa è stata abbandonata.

Nel 2006 la nostra famiglia ha acquistato la cascina, ormai un rudere, insieme a 40 ettari di colline e boschi circostanti, trasformando la proprietà in una grande Tenuta di campagna. Tra il 2007 e il 2015 è stata fatta una complessa opera di ristrutturazione con l’obbiettivo di preservare il sapore e la storia della casa d’epoca, conservandone la struttura, recuperando i materiali originali e dandole il carattere e l’anima che la distinguono grazie a scelte stilistiche e arredi particolari.

Tenuta il Galletto ha deciso di aprire le sue porte ad amici e ospiti, avvolgendoli nell’atmosfera famigliare e nel senso di libertà che si può provare solo a casa.